Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 21 settembre 2016

#PERMESSI_DI_SOGGIORNO - CONSIGLIO DI STATO SOSPENDE ANNULLAMENTO DEL #CONTRIBUTO A CARICO DEI CITTADINI STRANIERI

Il Consiglio di Stato, con 
ha sospeso l’esecutività della 
che aveva annullato il contributo (da 80 a 200 euro) 
a carico del cittadino straniero per il rilascio e rinnovo del titolo di soggiorno; 
ciò in ragione del ricorso precedentemente proposto dalla 
Presidenza del Consiglio dei Ministeri, 
dal Ministero dell’Interno e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. 

Il Consiglio di Stato ha quindi fissato nel 
13 Ottobre prossimo la data per la trattazione collegiale della istanza cautelare.

Nella circolare diramata dal Ministero dell’Interno 
(Dipartimento della Pubblica Sicurezza) a tutte le Questure 
lo scorso 16 settembre, si invitano le stessa a curare il rilascio 
e il rinnovo del permesso di soggiorno solo laddove 
sia assolto il pagamento degli importi 
previsti dall’Art. 5 Comma 2 ter 
del Testo Unico dell’Immigrazione 
che disciplina il contributo variabile da 80 a 200 euro.

La medesima circolare invita le Questure 
ad adempiere alla medesima 
attività di verifica anche laddove le istanze fossero 
state presentate in data anteriore al 14 settembre 
ma non fossero ancora state definite.

martedì 13 settembre 2016

FONDO SUPPORTO ALL' #AUTOIMPIEGO E ALL' #AUTOIMPRENDITORIALITÀ #GaranziaGiovani #SELFIEmployment

Iniziativa nazionale per supportare e sostenere l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità, attraverso attività mirate di formazione e accompagnamento all’avvio d’impresa.


L'iniziativa si rivolge ai giovani che non studiano, non lavorano e non sono attualmente impegnati in percorsi di istruzione e formazione (NEET), che:

  • hanno un'età compresa tra i 18 e i 29 anni
  • sono iscritti a “Garanzia Giovani” e non stanno usufruendo di alcuna misura di politica attiva, compresi i percorsi di supporto e sostegno all’autoimpiego/autoimprenditorialità organizzati a livello regionale.
L'iniziativa si propone di accompagnare circa 6.200 giovani NEET verso la creazione e lo start up di nuove imprese.

I giovani iscritti al programma Garanzia Giovani possono accedere ad una procedura di autovalutazione delle attitudini imprenditoriali, tramite un apposito test online.

Una volta superato il test, il tuo nominativo verrà inoltrato alle Camere di commercio delle province di tuo interesse (max. 2), dove cioè preferiresti frequentare il tuo percorso di formazione e accompagnamento alla creazione d'impresa.


Sarai contattato in ordine cronologico, in base alla data di effettuazione del test per iniziare il percorso di “Crescere Imprenditori”. 

La durata è di 80 ore suddivise in:
  • 60 di attività formativa di base in gruppi (anche a distanza tramite live streaming)
  • 20 di fase specialistica di accompagnamento e assistenza tecnica a livello personalizzato.

Il progetto è attivo a partire da marzo 2016 e si concluderà a dicembre 2017. In questo periodo sarà possibile accedere ai percorsi organizzati a livello territoriale dalle Camere di commercio.

I giovani che porteranno a termine il percorso - e avranno quindi redatto il piano d'impresa - potranno presentare domanda per accedere ai finanziamenti del “Fondo SELFIEmployment” gestito da Invitalia, sotto la supervisione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Sul sito di Garanzia Giovani viene descritto in modo chiaro l’intero processo.



» Scarica la Brochure

» Guarda il video


lunedì 12 settembre 2016

#ENEA SI PARLA DI #DOMOTICA o #BUILDING_AUTOMATION

ENEA abilita l'invio di richieste dal proprio portale


per le domande inerenti DOMOTICA / BUILDING  AUTOMATION

dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti ).

Per maggiori informazioni si rimanda al vademecum specifico.

La legge di Stabilità 2016 ha esteso gli incentivi fiscali anche alle spese sostenute per:
  • l’acquisto
  • l’installazione
  • la messa in opera
di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamentoproduzione di acqua calda e climatizzazione nelle unità abitative.

giovedì 8 settembre 2016

#CASA #AFFITTO #ACQUISTO #RISTRUTTURAZIONE #ARREDAMENTO #AGGIORNAMENTO #GUIDE.GOV #CASACONVIENE


Il sito 

casa.governo.it 

nato nel 2013 per guidare il cittadino 

negli adempimenti burocratici amministrativi della casa , 
viene da oggi implementato con l'aiuto di 30 partner :

  • organizzazioni di produttori,
  • associazioni di consumatori,
  • e ordini professionali,

che hanno aderito all’ iniziativa . 






lunedì 5 settembre 2016

EDISU TORINO ANNO 2016/17 NUOVE RIDUZIONI MENSA

La Giunta regionale ha allargato le fasce di reddito per quanto riguarda il servizio di ristorazione. 
Lo si è appreso oggi al termine dell’approvazione del piano tariffario per l’anno accademico 2016/2017 relativo a mense, abitazioni e residenze proposto dall’EDISU, per il quale è previsto uno stanziamento di 4,7 milioni di euro. 
Nel dettaglio, con ISEE :

  • di 20mila euro il pasto intero quest’anno lo pagherà 2,50; 
  • di 22mila euro quest’anno lo pagherà 2,50; 
  • di 24mila euro quest’anno lo pagherà 3,20; 
  • di 26mila euro quest’anno lo pagherà 3,20; 
  • di 34mila euro quest’anno lo pagherà 3,90. 

Per conoscere tutte le tariffe dell’anno accademico 2016/2017, cliccare qui.

CONSULTA (QUI)


fonte:diariodiTorino, 

giovedì 1 settembre 2016

permesso soggiorno per minori stranieri

La legge n. 122/2016 ha introdotto nell'ordinamento italiano il


Pertanto, per tutte le istanze presentate dal 23 luglio 2016, data questa di entrata in vigore della predetta normativa, il genitore o l'esercente la patria potestà di riferimento dovrà provvedere ad integrare la pratica, prima della data di convocazione presso l'Ufficio Immigrazione della Questura , 


  • versando a mezzo bollettino postale la somma di euro 30,46 per ciascun figlio minoreanche infraquattordicenne, bollettino che, nella sezione 'eseguito da'riporterà il nome ed il cognome del minore.


EQUITALIA RATEIZZAZIONI RIAMMISSIONE DEI DECADUTI al 30/06 DOMANDA ENTRO 20/10

Chi è decaduto dal beneficio della rateizzazione entro il 30 giugno 2016
può chiedere nuovamente una dilazione delle somme non ancora versate senza  l’obbligo di pagare integralmente le rate scadute all’atto della domanda.

La nuova rateizzazione può essere concessa fino a un massimo di 72 rate mensili.

Inoltre, chi è decaduto da una dilazione straordinaria con più di 72 rate, può ottenere al massimo lo stesso numero di rate approvate in precedenza.

CONDIZIONI
  • richiesta di riammissione fatta improrogabilmente entro e non oltre il 20 ottobre 2016;
  • il contribuente riammesso alla rateizzazione decade in caso di mancato pagamento di due rate anche non consecutive. Fino alla data di  effettiva presentazione della domanda di riammissione, Equitalia può attivare le procedure cautelari/esecutive per il recupero del debito.


Cosa succede dopo il 20/10/2016
Il contribuente decaduto può essere riammesso alla rateizzazione, a prescindere dalla data della decadenza, ma a condizione che le rate scadute siano integralmente pagate al momento della domanda.

Come fare per richiedere la riammissione alla rateizzazione
Il modulo per chiedere la riammissione al beneficio della rateizzazione 
  • (mod. RR1) è disponibile sia allo sportello sia nelle seguenti sezioni del Portale Equitalia
fonte:EQUITALIA

mercoledì 31 agosto 2016

BONUS BEBE' 2014 , ARRIVATI I FONDI , ENTRO 16/11/2016 LA DOMANDA

Sbloccato il bonus bebè 2014
il contributo una tantum per i bambini nati o adottati nel 2014 previsto a fine 2013 verrà accreditato sulla Carta Acquisti per cui fare domanda entro il 16 novembre 2016.

Le famiglie con un bimbo nato o adottato nel 2014 e un reddito Isee sotto i 6788,61 euro a seguito dello sblocco del  bonus per i bambini nati o adottati nel 2014 a seguito pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del decreto 23 giugno 2016 della Presidenza del consiglio dei ministri - dipartimento per le politiche per la famiglia , possono richiedere un contributo una tantum di 275 euro per ogni bimbo nato nel 2014 come previsto dalla legge di Stabilità 2014 (articolo 1, comma 201, della legge 147/2013) a favore delle famiglie a basso reddito.

Questo in breve è quanto riporta 

VOUCHER DISOCCUPAZIONE ASSEGNO RICOLLOCAMENTO AL VIA DA 09/2016

L'assegno di ricollocamento, definito "Voucher di disoccupazione", può essere richiesto a partire dal 02/09/2016 da tutti i disoccupati i quali si trovano senza Lavoro da almeno 4 mesi.

L'importo del Voucher sarà compreso tra i 2000 ed i 5000 euro e può essere usato presso i Centri per l'Impiego da tutti i soggetti che sono privi di occupazione ed in possesso dei requisiti.

L’assegno di ricollocamento consiste in un voucher per i disoccupati che dopo almeno quattro mesi di fruizione dell’indennità di disoccupazione ancora restano privi di occupazione.

Il voucher rilasciato non è un assegno utilizzabile come si vuole, consiste in un assegno non tassabile, ma spendibile presso i Centri per l’impiego o soggetti privati accreditati al fine di impiegarli in corsi professionali di sostegno al reinserimento lavorativo.

Il disoccupato potrà scegliere liberamente a quale struttura rivolgersi e quest’ultima verrà retribuita dallo Stato o dalla Regione attraverso il voucher soltanto qualora il soggetto trovi effettivamente un’occupazione.

L’assegno di ricollocamento spetta, a coloro che dopo dopo quattro mesi di disoccupazione ancora non hanno trovato un altro impiego ed il suo importo dipende dal livello di occupabilità del disoccupato: più basso è il profilo occupazionale e più alto sarà l’assegno di ricollocamento.

giovedì 25 agosto 2016

Bonus 18enni 2016 , Bonus Cultura 2016 da 09/2016

Arriva il "bonus cultura" per i 18enni: 500 euro da spendere da settembre
Parte il 15 settembre il bonus cultura , bonus 18enni


una dotazione in denaro di 500 euro destinata a tutti coloro che hanno compiuto o compiranno 18 anni nell’anno solare 2016 (leva 1998) italiani residenti in Italia in possesso di regolare permesso di soggiorno in corso di validità , senza vincoli di reddito.

Potranno essere utilizzati per acquistare :


  • libri (non solo quelli scolastici), 
  • ingressi a musei, cinema, teatri, mostre, concerti, visite archeologiche, fiere, eventi.

Il primo passo è la registrazione tramite uno dei cinque identity provider accreditati 

  • (Tim, Poste, Aruba, Infocert e Sielte) , 


POSTE



che consente il riconoscimento dell’utente da parte dello Stato. 

Una volta ottenuto lo :


si potrà scaricare l’app 18app sul portale dedicato (www.18app.it), 
fornendo i propri dati (residenza, cellulare, email), 
il plafond da 500 euro sarà erogato automaticamente.


Sullo stesso portale sarà consultabile una bacheca curata dal ministero dei Beni Culturali con l’elenco degli indirizzi utili all’acquisto di servizi culturali: scegli l’evento, solo se e quando usufruirai il costo sarà scalato dai 500 euro. 
Il voucher può essere utilizzato direttamente alla cassa della libreria o del cinema selezionati: in questo caso il voucher può essere semplicemente scaricato e stampato, oppure salvato sullo smartphone in forma di “qr code” o come “bar code” (codice a barre) ed esibito in loco. 
fonte:Rainews

Potrebbe interessarti:http://www.today.it/economia/bonus-cultura-scuola-giovani-500-euro.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930


Potrebbe interessarti:http://www.today.it/economia/bonus-cultura-scuola-giovani-500-euro.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

venerdì 5 agosto 2016

FREQUENZA SCOLASTISCA , CHIARIMENTI DETRAIBILITA'

La ris.68/e del 04/08/2016  precisa che tra le spese di frequenza scolastica di asili, elementari, medie e superiori, detraibili al 19% dall'Irpef, rientrano:
  • non solo i contributi obbligatori, 
  • le tasse di iscrizione, 
  • i contributi volontari deliberati dagli istituti scolastici e le spese per la mensa scolastica - anche se resa dal Comune o da altri soggetti terzi rispetto alla scuola 
  • ma anche le spese sostenute per i servizi scolastici integrativi,
  • quali l'assistenza al pasto e il pre e post scuola. 

Non sono detraibili, invece, le spese per il servizio di trasporto scolastico.

AGEVOLAZIONI TARIFFE CIMITERIALI - COMUNE TORINO - ISEE


agevolazioni tariffe cimiteriali- esumazioni - tumulazioni - loculi - sepolture - Comune Torino - in base all'isee (qui)

giovedì 4 agosto 2016

ERRORI NEL 730 ? SI RISOLVONO CON " il 730 integrativo "

Quando si rileva un errore nel 730 ci si può porre rimedio tenendo conto che le casistiche individuabili  per le quali e’consentita la presentazione del modello 730 integrativo sono:
  • 730 integrativo a favore (Tipo 1)
Per errori od omissioni la cui correzione comporta un maggior rimborso, un minor debito ovvero l’invarianza contabile rispetto al 730 originario. 
Non e’ prevista la sospensione delle operazioni di conguaglio rispetto al modello ordinario (importi a credito o importi a debito, compresi gli acconti). 
Conguaglio: il CAF Centrale invia al sostituto d’imposta il 730-4 integrativo entro il 10 novembre ed il conguaglio del maggior credito/minor debito che scaturisce dalla riliquidazione delle imposte sara’ effettuato sulla retribuzione erogata nel mese di dicembre.

  • 730 integrativo per la correzione dei dati del sostituto d’imposta (Tipo 2)
La modifica o l’integrazione riguarda esclusivamente i dati del sostituto d’imposta, non correttamente identificato nel 730 originario. 
La variazione deve essere effettuata dal medesimo soggetto che ha prestato assistenza fiscale per la presentazione del modello ordinario. 
Non e’ contemplata la possibilita’ di gestire integrativi di Tipo 2 per 730 originari senza sostituto d’imposta. 
Conguaglio: il CAF Centrale elabora e spedisce tempestivamente al nuovo sostituto d’imposta il 730-4 ed il conguaglio verra’ effettuato nella prima mensilità utile.

  • 730 integrativo a favore con correzione dei dati del sostituto d’imposta (Tipo 3)
Per errori od omissioni la cui correzione comporta un maggior rimborso, un minor debito ovvero un’imposta pari a quella derivante dal 730 originario, ma il risultato contabile non e’ mai stato conguagliato dal sostituto d’imposta in quanto non identificato correttamente nella dichiarazione ordinaria. 
La modifica deve essere effettuata dal medesimo soggetto che ha prestato assistenza fiscale per la presentazione del modello ordinario. 
Non e’ consentito gestire modelli 730 integrativi di Tipo 3 per 730 originari senza sostituto d’imposta. 
Conguaglio: il CAF Centrale elabora e spedisce tempestivamente al nuovo sostituto d’imposta il 730-4 ed il conguaglio verra’ effetuato nella prima mensilita’ utile.

Minor rimborso o maggior debito: 
l’integrazione deve avvenire mediante la presentazione del modello Unico PF 2016 (correttivo nei termini o integrativo), provvedendo direttamente al versamento delle somme dovute tramite delega F24.

  • 730 PRECOMPILATO ADE
Il CAF non puo’ elaborare un integrativo di Tipo 2 e 3 se il modello 730 originario e’ stato presentato da altro CAF o Professionista mentre puo’ gestirlo nel caso in cui la dichiarazione ordinaria sia stata presentata autonomamente dal contribuente il tramite dei servizi telematici Ade.

Eventuali richieste di compilazione di modelli integrativi di Tipo 2 e 3 per contribuenti che hanno presentato direttamente la propria dichiarazione per il tramite dei servizi web dell’Ade potranno essere gestite esclusivamente con il supporto del CAF Centrale.

Detrazione Ristrutturazioni + Unione Civile = Detrazione spetta al convivente anche se non proprietario

Dopo il Ddl Cirinna , sulle unioni civili , l’A.d.E. rivede la disciplina sulla detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione edilizia, cosi' il beneficio spettante a :
  • proprietario o al nudo proprietario dell’immobile, 
  • al titolare di un diritto reale sullo stesso, 
  • oltre all’inquilino e al comodatario in quanto detentori dell’immobile (articolo 16-bis del Tuir e circolare 57/1998). 
  • dopo la circolare (n. 121/1997),anche al familiare convivente, mentre, il convivente che non è un familiare del titolare dell’immobile, può fruire del beneficio solo sulla base di un contratto di comodato.In conclusione, se il convivente non è un familiare del titolare dell’immobile (coniuge, parente entro il terzo grado o affine entro il secondo grado) può accedere all’agevolazione fiscale solo in presenza di un comodato d’uso.

che dà pari valore al vincolo giuridico derivante dal matrimonio e a quello prodotto dalle unioni civili (fatte salve le disposizioni del codice civile non richiamate e quelle sull’adozione) pur non avendo previsto un’analoga equiparazione fra unioni civili e convivenze di fatto, ha esteso, tuttavia, ai conviventi, alcuni diritti spettanti ai coniugi (diritto di visita, di assistenza, di accesso alle informazioni sanitarie), riconoscendo così un valore alle coppie di fatto e al legame che si crea tra ciascun convivente e l’immobile abitato.
Ed è proprio la disponibilità dell’immobile, insita nella coabitazione, a rendere superflua l’esistenza di un contratto di comodato, necessario, invece, in base ai chiarimenti della precedente prassi.
In base a ciò ris. n. 64/E del 28/07/2016 chiarisce che il convivente more uxorio che sostiene le spese di recupero del patrimonio edilizio, ma non è proprietario dell’immobile può comunque fruire della detrazione Irpef. In base alle nuove regole introdotte dalla legge sulle unioni civili (legge 76/2016) infatti, la disponibilità dell’immobile è insita nella stessa convivenza e non deve trovare titolo in un contratto di comodato.

reddito minimo inclusione , Sostegno Inclusione Attiva ( SIA ) - Social Card - " LA MODULISTICA "





 di dichiarazione sostitutiva del'atto di notorietà per richiedere il beneficio




tale modulo andrà compilato e consegnato al Comune di residenza 
per accedere al beneficio economico che, 
in via sperimentale, partirà dal 2 settembre su tutto il territorio nazionale.

bancari " detraibili i contributi versati dai pensionati in favore dei familiari non fiscalmente a carico per i Fondi Sanitari Integrativi del gruppo"

Con la ris. 65/E del 02/08/2016 , l’A.d.E. precisa che sono fiscalmente deducibili dal reddito 
i contributi versati dai pensionati 
al Fondo Sanitario integrativo del gruppo bancario presso cui erano dipendenti.
anche se in favore dei familiari non fiscalmente a carico.

Nel limite massimo di 3.615,20 euro , purchè previsto dal contratto aziendale.

Conseguentemente, i pensionati, nel rispetto delle medesime condizioni e dei limiti previsti per i dipendenti, possono dedurre dal proprio reddito complessivo i contributi versati in favore dei familiari anche non fiscalmente a carico, al Fondo Sanitario integrativo del gruppo bancario, riconducibile alla tipologia di Ente o Cassa avente esclusivamente fini assistenziali, di cui all’art. 51, co. 2, lett. a), del TUIR.

mercoledì 3 agosto 2016

CANONE RAI 2016 - APPROVATO IL MODELLO PER LA RICHIESTA DI RIMBORSO -

Con il provv. del 02/08/2016  l'A.d.E. approva il 
per la richiesta di rimborso del canone Rai indebitamente pagato con l’addebito in bolletta.




L’istanza può essere inviata da subito allo 

Sportello Abbonamenti Tv dell’Agenzia delle Entrate 
con raccomandata spedita in formato cartaceo, 
tramite servizio postale, 
all’indirizzo: 
Agenzia delle Entrate, Direzione provinciale 1 di Torino, 
Ufficio di Torino 1, 
S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – 
Casella postale 22 – 10121 Torino.



EQUITALIA RATEIZZAZIONE IL LIMITE PASSA A 60000€

Con il decreto legge enti locali, approvato in via definitiva dal Senato, il fisco riapre le porte alla dilazione di pagamento in più soluzioni. 

La norma consente di essere riammessi, fino a un massimo di 

  • ulteriori 72 rate mensili

presentando apposita richiesta entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del provvedimento. 

Tra le novità più significative l'importo oltre il quale la dilazione può essere concessa se il contribuente documenta la situazione di difficoltà, che sale d

  • 50.000 euro a 60.000 euro.

giovedì 28 luglio 2016

BORSE STUDIO UNIVERSITA ( #EDISU #POLITECNICO #UNITO ) CALENDARIO DOMANDE

In merito alle scadenze di presentazione della domanda di borsa di studio 


il calendario per anno accademico 2016/17 è:

  • 11/08/2016 DOMANDA DI BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNI SUCCESSIVI E PRIMI ANNI IN QUALITA’ DI CONFERMA BENEFICIO STUDENTI UE E EXTRA UE
  • 08/09/2016 DOMANDA DI BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO PRIMI ANNI (COMPRESI EXTRA UE CHE ARRIVANO IN ITALIA CON IL CONTINGENTAMENTO DELL’ATENEO)
  • 29/09/2016 DOMANDA DI SOLA BORSA DI STUDIO PRIMI ANNI E ANNI SUCCESSIVI STUDENTI UE E EXTRA UE
  • 05/12/2016 DOMANDA DI BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO PRIMI ANNI E ANNI SUCCESSIVI STUDENTI UE E EXTRA UE DOTTORATI




Mutui per giovane coppie, famiglie numerose o disabili, diritto all'esenzione dall'imposta di registro, di bollo e altre imposte indirette


la ris. 61e 25/07/2016 by A.d.E. (QUI)