Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 7 dicembre 2016

PAGAMENTO PENSIONI INPS INAIL DAL 2017 AVVERRA' IL 2 GIORNO BANCABILE DEL MESE

L'Inps comunica che dal 2017, i trattamenti pensionistici, gli assegni, le pensioni e le indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, nonché le rendite vitalizie INAIL saranno effettuati il secondo giorno bancabile di ciascun mese.



La rata di gennaio 2017 sarà pagata
il 03 gennaio 2017.

BONUS BEBE' 2015-17 estesi i parametri dei cittadini extracomunitari

INPS con circ.214 del 06/12/2016 recepisce le indicazioni fornite dal ministero del Lavoro nel parere trasmesso il 27 luglio 2016, ampliando le disposizioni adottate finora che avevano riconosciuto l’assegno 

  • ai cittadini italiani, o di uno Stato Ue 
  • o ai extracomunitari con permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo.

L’assegno di 80 euro al mese per ogni bambino nato o adottato tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017 potra' essere erogato anche agli stranieri 

  • possessori della carta di soggiorno per familiari di cittadini dell’Unione europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro
  • e a quelli che hanno la carta di soggiorno permanente per familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro.

lunedì 7 novembre 2016

PIEMONTE Addio assegni di studio, arriva il voucher spendibile subito per Anno 2016/17 entro 31/12/2017

La proposta (fonte REGIONE PIEMONTE) (qui) illustrata il 28 luglio 
dall’assessore all’Istruzione, Gianna Pentenero, 
in sede di VI Commissione in Consiglio regionale con cui, 
a partire dal prossimo anno scolastico 2016-17, le famiglie riceveranno il contributo regionale a copertura delle spese scolastiche senza dover anticipare alcuna spesa in attesa di ricevere mesi dopo un rimborso 
ossia l'addio assegni di studio, arriva il voucher spendibile subito.

Ha trovato riscontro tramite un disegno di legge approvato 
per il quale sono previste risorse di 13 milioni.

    I voucher, sostitutivi dei precedenti assegni di studio, 
saranno legati alle fasce di reddito, sulla base di due graduatorie: 
una per le rette di iscrizione e frequenza, 
l'altra per l'acquisto di libri di testo, attività integrative, trasporti, materiale didattico e dotazioni tecnologiche.

giovedì 27 ottobre 2016

#PERMESSI_DI_SOGGIORNO -Il Consiglio di Stato conferma la sentenza del Tar #SOSPESO #CONTRIBUTO A CARICO DEI CITTADINI STRANIERI by stranieriinitalia

Il contributo per il rilascio del permesso di soggiorno pari a:
  •  80, 100 o 200 euro su primo rilascio e rinnovo 


A settembre la presidenza del Consiglio e i ministeri dell’Interno e dell’Economia avevano impugnato quella sentenza davanti al Consiglio di Stato, che in attesa della decisione aveva reintrodotto temporaneamente il contributo
Adesso 10/2016 con sentenza finale del Consiglio di Stato, viene respinto il ricorso del governo e confermato la decisione del Tar.
Ora il permesso di soggiorno , indipendentemente da tipo e durata, costerà 
  • 76,46 euro.

Il contributo per il rilascio e il rinnovo, infatti, alla luce della sentenza di oggi, non si paga più, ma bisogna continuare a versare 
  • 30,46 euro per la stampa 
  • e 30 euro per il servizio offerto da Poste Italiane, 
  • mentre altri 16 euro servono per la carta da bollo

martedì 18 ottobre 2016

Canone tv- come e quando chiedere il rimborso l'agenzia informa

L’istanza può essere presentata in via telematica dal titolare dell’utenza elettrica,dai suoi eredi o dagli intermediari abilitati, mediante specifica applicazione web. 

L'istanza di rimborso può essere presentata, insieme ad un valido documento di riconoscimento, a mezzo del servizio postale con raccomandata al seguente indirizzo: 


Agenzia delle entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T. 
– Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.




MOTIVAZIONI :

Nell’istanza di rimborso va indicato, tra l’altro, il motivo della richiesta, riportando una delle seguenti causali:
  • il richiedente o un altro componente della sua famiglia anagrafica è in possesso dei requisiti di esenzione relativi ai cittadini che hanno compiuto il 75° anno di età con reddito complessivo familiare non superiore a 6.713,98 euro ed è stata presentata l’apposita dichiarazione sostitutiva (codice 1);
  • il richiedente o un altro componente della sua famiglia anagrafica è esente per effetto di convenzioni internazionali (ad esempio, diplomatici e militari stranieri) ed è stata presentata l’apposita dichiarazione sostitutiva (codice 2)
  • il richiedente ha pagato il canone mediante addebito sulle fatture per energia elettrica, e lui stesso o un altro componente della sua famiglia anagrafica ha pagato anche con altre modalità, ad esempio mediante addebito sulla pensione (codice 3);
  • il richiedente ha pagato il canone mediante addebito sulle fatture per energia elettrica e lo stesso è stato pagato anche mediante addebito sulle fatture relative ad un’utenza elettrica intestata ad un altro componente della stessa famiglia anagrafica (codice 4);
  • il richiedente ha presentato la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di apparecchi televisivi da parte propria e dei componenti della sua famiglia anagrafica (codice 5).

moduli e descrizione delle causali condizioni direttamente 

martedì 4 ottobre 2016

#EQUITALIA RIAMMISSIONE ALLA #RATEIZZAZIONE LA #CIRCOLARE By A.d.E.


Con la circ. 41/E 03-10-2016 , l'A.d.E. chiarisce sulla riapertura dei termini per la rateazione


circ.41/e

La rimessione viene ammessa :

  • in caso di decadenza dalla dilazione di avvisi di accertamento con adesione o definiti con acquiescenza 
  • nonché in caso di definizione degli inviti al contraddittorio 
  • e dei processi verbali di constatazione.

Viene invece esclusa la dilazione

  • per le decadenze riferite alla rateazione degli atti di mediazione e di conciliazione giudiziale. 


Per ottenere la rimessione nei termini è necessario presentare una istanza entro il 20 ottobre prossimo. Non occorre versare alcun importo in anticipo. 

circ.41/e



La rimessione in termini è offerta a tutti i contribuenti che sono decaduti

  • nel periodo dal 16 ottobre 2015 al 1°luglio 2016. 

Si tratta di un lasso temporale complementare a quello interessato dalla legge 208/2015, che riguardava le dilazioni scadute nei 36 mesi precedenti il 15 ottobre 2015.

venerdì 30 settembre 2016

#ANOMALIA DICHIARAZIONE 2013 redditi 2012 #CIVIS #GUIDE_AGENZIA_ENTRATE

Possibili errori o dimenticanze nei redditi dichiarati per il 2012 oggetto delle lettere, che arrivano via pec o via posta ordinaria in cui l’Agenzia spiega ai contribuenti che, dall’incrocio con i dati in Anagrafe tributaria, risultano delle somme non correttamente indicate nella dichiarazione relativa ai redditi dell’anno 2012. 
Chi troverà la comunicazione ha due strade: 

  • se ritiene di avere le carte in regola potrà mettersi in contatto con l’Agenzia ed evitare che l’anomalia si traduca in futuro in un avviso di accertamento vero e proprio. 
  • Se invece ha ragione il Fisco, il contribuente potrà regolarizzare in maniera agevolata la propria posizione con le sanzioni ridotte previste dal nuovo ravvedimento operoso. 



Gli “errori” che fanno scattare l’avviso del Fisco - A rientrare in questa tornata di comunicazioni sono anomalie relative ad alcuni redditi, che, dai dati in possesso dell’Agenzia, risulterebbero non dichiarati, in tutto o in parte, nella dichiarazione modello Unico o 730 presentata nel 2013 e non avrebbero quindi concorso alla formazione dell’imponibile. 


Di seguito il dettaglio



In questo caso bisognerà presentare una dichiarazione


tenendo conto degli opportuni ravvedimenti da fare a cui A.d.E. ha dedicato apposita pagina nonchè file excel per il calcolo

calcolare il ravvedimento da A.d.E (qui)





L'A.d.E. in merito ha creato una guida


L’AGENZIA TI SCRIVE: 
LETTERA DI INVITO A REGOLARIZZARE POSSIBILI ERRORI


GUIDA A.d.E. (qui)




mercoledì 28 settembre 2016

#DEDUZIONE_SPESE_MEDICHE_DISABILI #A_d_E #NUOVE_SPECIFICHE

Con la Ris.n. 79/E/2016 , l’Agenzia delle Entrate 
fornisce chiarimenti relativi 
alla deducibilità, delle spese mediche e di assistenza specifica
necessarie nei casi di grave invalidità o menomazione, 
sostenute dai soggetti indicati all’art. 3 della legge n. 104 del 1992. 

La certificazione relativa al riconoscimento dello stato di portatore 
di handicap ai sensi della Legge 104/92 art.3 comma 1 
è sufficiente ad attestare il requisito soggettivo richiesto .

Il riconoscimento della invalidità civile 
invece non è sufficiente a dare diritto alla deduzione, 
come già precisato in passato con la circ.n. 55/E/2001, 
poiché l’accertamento della invalidità civile è inerente 
alla valutazione del grado di capacità lavorativa.

mercoledì 21 settembre 2016

#PERMESSI_DI_SOGGIORNO - CONSIGLIO DI STATO SOSPENDE ANNULLAMENTO DEL #CONTRIBUTO A CARICO DEI CITTADINI STRANIERI


Il Consiglio di Stato, con 


ha sospeso l’esecutività della 


che aveva annullato il contributo (da 80 a 200 euro) 
a carico del cittadino straniero per il rilascio e rinnovo del titolo di soggiorno; 
ciò in ragione del ricorso precedentemente proposto dalla 

Presidenza del Consiglio dei Ministeri, 

dal Ministero dell’Interno e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. 


Il Consiglio di Stato ha quindi fissato nel 

13 Ottobre prossimo la data per la trattazione collegiale della istanza cautelare.

Nella circolare diramata dal Ministero dell’Interno 

(Dipartimento della Pubblica Sicurezza) a tutte le Questure 

lo scorso 16 settembre, si invitano le stessa a curare il rilascio 

e il rinnovo del permesso di soggiorno solo laddove 

sia assolto il pagamento degli importi 

previsti dall’Art. 5 Comma 2 ter 

del Testo Unico dell’Immigrazione 

che disciplina il contributo variabile da 80 a 200 euro.



La medesima circolare invita le Questure 

ad adempiere alla medesima 

attività di verifica anche laddove le istanze fossero 

state presentate in data anteriore al 14 settembre 

ma non fossero ancora state definite.




martedì 13 settembre 2016

FONDO SUPPORTO ALL' #AUTOIMPIEGO E ALL' #AUTOIMPRENDITORIALITÀ #GaranziaGiovani #SELFIEmployment

Iniziativa nazionale per supportare e sostenere l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità, attraverso attività mirate di formazione e accompagnamento all’avvio d’impresa.


L'iniziativa si rivolge ai giovani che non studiano, non lavorano e non sono attualmente impegnati in percorsi di istruzione e formazione (NEET), che:

  • hanno un'età compresa tra i 18 e i 29 anni
  • sono iscritti a “Garanzia Giovani” e non stanno usufruendo di alcuna misura di politica attiva, compresi i percorsi di supporto e sostegno all’autoimpiego/autoimprenditorialità organizzati a livello regionale.
L'iniziativa si propone di accompagnare circa 6.200 giovani NEET verso la creazione e lo start up di nuove imprese.

I giovani iscritti al programma Garanzia Giovani possono accedere ad una procedura di autovalutazione delle attitudini imprenditoriali, tramite un apposito test online.

Una volta superato il test, il tuo nominativo verrà inoltrato alle Camere di commercio delle province di tuo interesse (max. 2), dove cioè preferiresti frequentare il tuo percorso di formazione e accompagnamento alla creazione d'impresa.


Sarai contattato in ordine cronologico, in base alla data di effettuazione del test per iniziare il percorso di “Crescere Imprenditori”. 

La durata è di 80 ore suddivise in:
  • 60 di attività formativa di base in gruppi (anche a distanza tramite live streaming)
  • 20 di fase specialistica di accompagnamento e assistenza tecnica a livello personalizzato.

Il progetto è attivo a partire da marzo 2016 e si concluderà a dicembre 2017. In questo periodo sarà possibile accedere ai percorsi organizzati a livello territoriale dalle Camere di commercio.

I giovani che porteranno a termine il percorso - e avranno quindi redatto il piano d'impresa - potranno presentare domanda per accedere ai finanziamenti del “Fondo SELFIEmployment” gestito da Invitalia, sotto la supervisione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Sul sito di Garanzia Giovani viene descritto in modo chiaro l’intero processo.



» Scarica la Brochure

» Guarda il video


lunedì 12 settembre 2016

#ENEA SI PARLA DI #DOMOTICA o #BUILDING_AUTOMATION

ENEA abilita l'invio di richieste dal proprio portale


per le domande inerenti DOMOTICA / BUILDING  AUTOMATION

dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti ).

Per maggiori informazioni si rimanda al vademecum specifico.

La legge di Stabilità 2016 ha esteso gli incentivi fiscali anche alle spese sostenute per:
  • l’acquisto
  • l’installazione
  • la messa in opera
di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamentoproduzione di acqua calda e climatizzazione nelle unità abitative.

giovedì 8 settembre 2016

#CASA #AFFITTO #ACQUISTO #RISTRUTTURAZIONE #ARREDAMENTO #AGGIORNAMENTO #GUIDE.GOV #CASACONVIENE


Il sito 

casa.governo.it 

nato nel 2013 per guidare il cittadino 

negli adempimenti burocratici amministrativi della casa , 
viene da oggi implementato con l'aiuto di 30 partner :

  • organizzazioni di produttori,
  • associazioni di consumatori,
  • e ordini professionali,

che hanno aderito all’ iniziativa . 






lunedì 5 settembre 2016

EDISU TORINO ANNO 2016/17 NUOVE RIDUZIONI MENSA

La Giunta regionale ha allargato le fasce di reddito per quanto riguarda il servizio di ristorazione. 
Lo si è appreso oggi al termine dell’approvazione del piano tariffario per l’anno accademico 2016/2017 relativo a mense, abitazioni e residenze proposto dall’EDISU, per il quale è previsto uno stanziamento di 4,7 milioni di euro. 
Nel dettaglio, con ISEE :

  • di 20mila euro il pasto intero quest’anno lo pagherà 2,50; 
  • di 22mila euro quest’anno lo pagherà 2,50; 
  • di 24mila euro quest’anno lo pagherà 3,20; 
  • di 26mila euro quest’anno lo pagherà 3,20; 
  • di 34mila euro quest’anno lo pagherà 3,90. 

Per conoscere tutte le tariffe dell’anno accademico 2016/2017, cliccare qui.

CONSULTA (QUI)


fonte:diariodiTorino, 

giovedì 1 settembre 2016

permesso soggiorno per minori stranieri

La legge n. 122/2016 ha introdotto nell'ordinamento italiano il


Pertanto, per tutte le istanze presentate dal 23 luglio 2016, data questa di entrata in vigore della predetta normativa, il genitore o l'esercente la patria potestà di riferimento dovrà provvedere ad integrare la pratica, prima della data di convocazione presso l'Ufficio Immigrazione della Questura , 


  • versando a mezzo bollettino postale la somma di euro 30,46 per ciascun figlio minoreanche infraquattordicenne, bollettino che, nella sezione 'eseguito da'riporterà il nome ed il cognome del minore.


EQUITALIA RATEIZZAZIONI RIAMMISSIONE DEI DECADUTI al 30/06 DOMANDA ENTRO 20/10

Chi è decaduto dal beneficio della rateizzazione entro il 30 giugno 2016
può chiedere nuovamente una dilazione delle somme non ancora versate senza  l’obbligo di pagare integralmente le rate scadute all’atto della domanda.

La nuova rateizzazione può essere concessa fino a un massimo di 72 rate mensili.

Inoltre, chi è decaduto da una dilazione straordinaria con più di 72 rate, può ottenere al massimo lo stesso numero di rate approvate in precedenza.

CONDIZIONI
  • richiesta di riammissione fatta improrogabilmente entro e non oltre il 20 ottobre 2016;
  • il contribuente riammesso alla rateizzazione decade in caso di mancato pagamento di due rate anche non consecutive. Fino alla data di  effettiva presentazione della domanda di riammissione, Equitalia può attivare le procedure cautelari/esecutive per il recupero del debito.


Cosa succede dopo il 20/10/2016
Il contribuente decaduto può essere riammesso alla rateizzazione, a prescindere dalla data della decadenza, ma a condizione che le rate scadute siano integralmente pagate al momento della domanda.

Come fare per richiedere la riammissione alla rateizzazione
Il modulo per chiedere la riammissione al beneficio della rateizzazione 
  • (mod. RR1) è disponibile sia allo sportello sia nelle seguenti sezioni del Portale Equitalia
fonte:EQUITALIA